Aiutiamo il mare

Grazie all’apporto -di sapore inequivocabilmente scientifico- dei dispositivi satellitari che osservano la Terra e grazie ad astronauti come l’italiano Paolo Nespoli (che L’Isola D’Oro ha avuto il piacere di ospitare a Parma), che li manovrano e gestiscono, è stato possibile stimare la quasi totalità dei rifiuti galleggianti nei mari. Orribile ma vero, dall’analisi scientifica risulta che la quantità dei rifiuti galleggianti sia 16 volte superiore a quanto stimato sino al 2017.
Le recenti peggiorative misurazioni e constatazioni sono state conclamate anche da 18 speciali imbarcazioni dislocate in tutti i mari del mondo.
La quasi totalità dei rifiuti galleggianti – circa il 75% – è costituita da materiale di plastica: bottiglie, coperchi, cavi, reti da pesca e nastri da imballo.
Grazie all’analisi della campionatura si è anche riusciti a risalire agli anni di produzione di questi rifiuti plastici, scoprendo che la maggior parte di essi risale agli anni 2000.
Infatti, ogni anno, dal nuovo millennio, oltre 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono negli oceani ed è ormai più che urgente mettere fine a questa situazione altrimenti entro il 2050 la plastica negli oceani supererà in peso i pesci dei mari.
L’Isola D’Oro è un’azienda italiana che ha nel proprio core business anche la mission di diffondere la tradizione e la qualità italiane delle conserve ittiche esaltate dalla scelta di trasparenza ed eleganza del vetro; da sempre siamo impegnati a promuovere la salvaguardia dei mare tramite un uso quasi esclusivo del vetro ed un ribadire concetti di tutela che ci hanno anche portato a conseguire la certificazione MSC relativa alla sostenibilità nella pesca per una parte della nostra produzione di acciughe. E, in questa direzione, ci stiamo impegnando anche sul tonno.
Oltre ad essere riciclabile, il vetro non altera le proprietà dei cibi, non inquina e ha origini naturali (sabbia e fuoco).
Per una maggiore consapevolezza ed una presa in carico del dramma del mare da parte di ognuno di noi, L’Isola D’Oro contribuirà a sensibilizzare i followers, durante l’estate 2018, ad essere individualmente alfieri di nobili comportamenti verso la salute dei nostri mari.
Tanti piccoli gesti, moltiplicati su larga scala, possono fare la differenza e noi tutti, grandi e piccini, con un atteggiamento attento e modificando appena le nostre abitudini in modo consapevole potremo contribuire a salvare i mari e la vita di ogni essere vivente dal degrado.
Ecco i comportamenti virtuosi che ripuliranno i mari e gli oceani:
1 – Usa la plastica monouso solo quando è necessario.

2 – Quando puoi, riutilizza piatti, bicchieri e bottiglie prima di riciclarli.

3 – Raccogli gli oggetti in plastica che trovi abbandonati su spiagge e litorali e mettili negli appositi raccoglitori.

4 – Per i tuoi picnic sulla spiaggia utilizza posate e stoviglie usa e getta in legno e carta.

5 – Utilizza i sacchetti biodegradabili e compostabili per la raccolta dell’umido.

6 – Nella differenziata, la plastica va con la plastica, i sacchetti compostabili con l’umido.

7 – Svuota, risciacqua e riduci il volume degli imballaggi; schiaccia se possibile le bottiglie per il lungo.

8 – Tieni un contenitore in cucina dedicato agli imballaggi in plastica da riciclare.

9 – Segui le istruzioni del tuo Comune per la differenziata; se hai dubbi sul materiale leggi l’etichetta.

10 – Non abbandonare la plastica su spiagge e litorali.

luglio 30, 2018 / News