Dormire bene!

Problemi con l’ora legale, insonnia notturna e sonno diurno, stanchezza primaverile? Facciamo il pieno di triptofano!
Che fare?
Per esempio mangiare più pesce per i prossimi giorni sembra contrasti l’effetto jet-lag!
A suggerirlo è la Federcoopesca-Confcooperative che indica il menu più adatto ad “aggiustare” i fastidi del ritmo sonno-veglia; via libera a tanti prodotti ittici più ricchi di triptofano in grado di stimolare la serotonina ed essere più sereni. Tra i pesci commestibili, i più ricchi di triptofano sono polpo, acciughe, le uova di pesce,il pesce spada, le vongole, lo sgombro, il merluzzo e i calamari.
Due italiani su tre si stancano di più e dormono di meno al passaggio all’ora legale e per rimettersi in forma, indica la Federcoopesca, nell’85% dei casi optano per metodi naturali. Anche la vitamina D contenuta nei pesci, molluschi e crostacei è un toccasana per prevenire l’insonnia. Tra i pesci più ricchi di vitamina D ci sono trota, tonno, sgombro e anguilla che contengono dalle 400 alle 580 UI (Unità Internazionale).
Gli omega 3, ricorda la Federcoopesca,contrastano i radicali liberi e aiutano il fisico a combattere lo stress delle giornate che si fanno più lunghe. Disco verde, infine, ai cosiddetti pesci poveri, riscoperti da tanti ristoranti che li propongono nei loro menu; sì quindi ad alice, occhialone o sugarello, cicerello, spratto o papalina, aringa, sardina, alaccia, aguglia, palamita e tombarello.”

aprile 5, 2017 / News